In libreria un libro introvabile di Conrad

Per tutti quelli che amano il mare è uscito in libreria l'ultimo romanzo stampato in vita da Joseph Conrad, nel 1923, da tempo fuori catalogo in Italia e riportato in libreria dalla casa editrice Nutrimenti. Narra la storia di Peyrol, così si definisce il protagonista che ignora il suo vero nome, rientrato nella natia Francia ai tempi della Rivoluzione dopo una vita avventurosa passata sul mare. Un libro "mediterraneo", epitaffio di un autore immortale che dimostra, anche in questa sua ultima fatica, il talento del grande narratore. Eccone un assaggio: clicca sulla barra del menu in alto a sinistra Joseph Conrad.

Perché amiamo tanto le isole

Chi proprio in questi giorni di mezza estate sta partendo per arcipelaghi vicini o lontani non è solo attratto dalle lusinghe paesaggistiche, ma conta più o meno inconsciamente sul fatto che là potrebbe staccare per davvero, quasi sognando di non poter più tornare indietro (Cerca l'articolo cliccando sulla barra del menù in alto “Da Omero a Sevenson”)

L'Antartide raccontato da Jonathan Franzen

Lo scrittore americano racconta il suo viaggio al Polo Sud. Il lungo resoconto pubblicato sul New Yorker di maggio è stato tradotto da Emilia Benghi e pubblicato su Repubblica il 5 giugno 2016. Una lettura imperdibile. Ne pubblichiamo un brano sull'incontro con il pinguino imperatore. (Cerca l'articolo cliccando sulla barra del menù in alto)

Sandro Viola dalle isole Vesteralen

Il mare che non t'aspetti. Lontano, il più lontano possibile, dall'estate italiana. Niente ombrelloni, telefonini, foto dei vip. Sotto un cielo senza stelle, tra le spume del Mare del Nord e gli azzurri cupi dell'Oceano Atlantico, nelle strade già deserte alle sei di sera, tutto risulta distante, sfumato, remoto alle isole Vesteralen, come ce le racconta Sandro Viola un grande giornalista che purtroppo non c'è più.

Il taccuino di viaggio alle isole Eolie di Alexandre Dumas

Nel 1835 l'autore dei Tre moschettieri navigò attraverso l'arcipelago delle Eolie a bordo di una piccola speronara e ne ricavò un racconto vivido e dettagliato di questi scogli arriventati dal fuoco dei vulcani. Ecco alcuni appunti del taccuino del grande scrittore francese